Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 

Le piramidi di terra di Perca

Alcuni secoli fa, in seguito ad un nubifragio, si formò una frana che interruppe la mulattiera che univa un tempo il maso "Thalerhof" e Sopranessano. Sarebbe stato facile riempire di terra il vuoto creatosi, ma non lo fece nessuno poiché non si trattava di un collegamento importante.
Nel 1882 si verificò nuovamente un grande nubifragio ed allora si formò una grande spaccatura. In seguito all'azione ripetuta di dilavazione ed erosione dei pendii sassosi si vennero a formare delle colonne argillose sormontate da grandi pietre. Queste piramidi di terra mutano costantemente, soprattutto d'inverno e in primavera se ne formano continuamente di nuove: la zona dell'erosione si trova ad un'altitudine compresa tra i 1550 e i 1750 metri e costituisce la più significativa insorgenza di piramidi di terra della Val Pusteria, anche per le dimensioni così diverse delle conformazioni.

Oggi le piramidi di terra di Perca sono un'attrazione assai nota della Val Pusteria e vengono visitate ogni anno da numerosissime persone. Da Vila di Sopra, vicino a Perca, le piramidi di terra sono raggiungibili in circa 45 minuti per un sentiero ben segnalato. Da Plata sono necessari 30 minuti di cammino. Siete invitati gentilmente a usufruire dei parcheggi segnalati, dato che nella zona delle piramidi non è più possibile parcheggiare.
 
Vai alla lista