Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 

Val Badia

Centro visite del Parco Naturale di Fanes-Senes-Braies, Museum Ladin Ciastel de Tor
Centro visite del Parco Naturale di Fanes-Senes-Braies
Il Centro visite del Parco Naturale di Fanes-Senes-Braies è stato costruito a San Vigilio di Marebbe, in Val Badia.
Il punto di accesso e di prima informazione al centro, nonché di collegamento con gli altri piani, è sito al piano terra. Lungo le rampe di collegamento, vetrine espositive e pannelli forniscono ai visitatori informazioni sulla formazione delle Dolomiti, sui fossili, sull'alpicoltura e sull'orso delle Conturines. Al piano interrato i visitatori vengono condotti attraverso una ricostruzione della caverna delle Conturines ove sono esposti una ricostruzione dello scheletro dell'orso, alcuni reperti, e viene mostrato un filmato dei lavori di scavo. Da qui si può raggiungere l'ampio spazio espositivo ove vengono presentati i seguenti argomenti: biotopi, habitat tipici del parco naturale e archeologia per bambini.
Un punto informazioni computerizzato fornisce numerose curiosità sulla natura e il paesaggio dell’Alto Adige. Al piano superiore l'attrazione principale sono i terrari contenenti anfibi e rettili vivi. I terrari sono visibili sia frontalmente (separati da un vetro) sia dal lato superiore percorrendo una passerella. Altri elementi espositivi sono un angolo con microscopi, un angolo giochi per bambini, l'esposizione di due leggende ladine tramite testo audio e teli raffigurati, giochi sulle tracce degli animali e una biblioteca.
Orari d’apertura: martedì – sabato dalle 9.30 alle 12.30 (entrata libera)

Museum Ladin Ciastel de Tor a San Martino in Badia
Il castello Ciastel de Tor con la sua caratteristica torre rappresenta la storia degli oltre 30.000 abitanti ladini delle valli dolomitiche, la cui identità comune è caratterizzata da due elementi essenziali: la loro lingua, che affonda le sue origini nel latino volgare, e lo straordinario paesaggio montuoso delle Dolomiti. Il museo, inaugurato nel 2001, fornisce in modo piacevole informazioni sulla storia, la lingua, la cultura, le leggende, l’archeologia, la geologia, il turismo e l’artigianato nelle valli dolomitiche ladine. Speciali esposizioni inerenti al mondo ladino completano il quadro.
Orari d’apertura: martedì-sabato dalle 10.00 alle 18.00 (luglio e agosto aperto tutti i giorni)
 
Val Badia
 
Val Badia
 
 
Vai alla lista